domenica 3 aprile 2011

quotiDiAna

concentrato
auberginesupakandjariso

attayacucina

quotiDiAna, a set on Flickr.


un fantasma di me stessa
una chiarezza rovente
un suono furioso
di tempi luminosi
di sugo piccante
brina croccante sotto la suola delle scarpe
come in un unico perfetto blues di nina simone


4 commenti:

alberto sebastiani ha detto...

foto bellissime foto

cri ha detto...

supakandja buonissima supakandja :))

sofia ha detto...

mitica Nina Simone!Ascolti anche Jeff Buckley? Io l'ho scoperta grazie a lui...Ma che vo' di'supakandja?e...mi spiegheresti un'altra parola che ho trovato in vari post ma non conosco:toubab. Grazie
Già che ci sei: altri spunti musicali in stile Nina Simone?Non conosco molto il genere ma mi piace molto

cri ha detto...

soupakandja è un piatto senegalese fatto con kanja (qui si chiama anche okra, lo trovi al mercato) e pesce, è molto forte e saporito, non a tutti piace ma io lo adoro! fattelo preparare!

toubab è un termine wolof per dire "bianco", nasce in senso un po' dispregiativo, come dire "negro" ma poi viene usato comunemente.
credo che all'origine ci sia l'arabou "toubib" che sta per "medico" e che erano le prime figure di bianchi conosciute con le guerre di colonizzazione.