giovedì 29 settembre 2011

il dottore affascinato

le otto e un quarto del mattino, sono sveglia dalla tre
comincia piano piano a rinfrescare in questo autunno che sembra agosto
quei due, quello piccolo e quello grande, se la dormono dalla grossa e anche se stanno uno nella culla e l'altro nel letto, quando uno si gira su un fianco l'altro lo segue e me li ritrovo sempre simmetrici come gemelli siamesi
che pace
dovrei farmi una doccia, stendere, pulire il bagno e prepararmi ad andare a fare la coda al Comune, ma è così raro che possa sedermi qui, con tutte e due le mani libere
il topastro Momo compie tre settimane domani e ha qualche problema di maldipancia ultimamente
epperforza, è figlio mio, che nella pancia ci travaso ogni emozione disponibile nel giro di otto kilometri
lui c'ha l'emozione di cominciare a capire che stomaco gli è toccato in sorte e come funziona con tutta quell'aria che entra con il latte e poi non vuole uscire
ieri siamo stati dal pediatra, e quel quarantenne biondo con le Camper e il camice immacolato era molto più interessato all'origine mista del mio bimbo che al suo maldipancia e alle mia ansie da mamma senza libretto delle istruzioni
ma che bella rapata gli avete dato! ora gli verranno dei bei riccolini scuri?
scusi, ma questi puntini che ha sulla guancia...
ma no, non sono niente...(niente come?!)... ma il suo papà da dove viene, che cognome è N?
senta mi chiedevo se per caso non devo cambiare marca del latte che sta prendendo ora? o se devo dargli anche dei fermenti lattici?
sì, gli dia i fermenti...ma perchè i bambini si rasano dopo sette giorni...?
il tono era affettuoso, niente affatto invadente, gentile, dolce e sinceramente interessato
e il bimbo sotto le sue mani era calmo, sereno, stregato dal calore...
ma accidenti! prima avrei voluto approfondire il maldipancia che mi strazia il cuore ogni volta che lo sento lamentarsi nel sonno, capire come posso alleviarlo, poi potevo fare un'intera lezione sul battesimo islamico, sulle usanze senegalesi e sui futuri probabili riccioli di mio figlio.
alla fine ho dovuto insistere per avere alcune semplicissime ma vaghissime risposte mentre il dottore, esaurito il momento coccola con Momo, riprendeva la fretta quotidiana e stava già andando a visitare un altro bimbo nella stanza accanto

non è la prima volta che mi capita: nel mio lungo percorso di studio e ricerca su di me, ho avuto almeno due psicoterapeute che alla fine cadevano nella fascinazione del racconto delle dinamiche della coppia mista e si "dimenticavano" di me e del lavoro che stavamo facendo.
umanamente comprensibile, ma poco orientato allo scopo

tant'è
il piccolo terremoto si sta svegliando, il mio momento di pace è finito per ora

10 commenti:

rita ha detto...

sai una cosa? con tutto che vivo in una piccola città la mia pediatra ha sempre fatto pochissime domande, anche perchè....io i miei non li ho mai rasati ;P

rita ha detto...

e invece devo dirti che sul pezzo "mamma single...." la frase che sento spesso " eh tu poi....te la sei andata a cercare.." come se i bianchi non lo facessero di abbandonare i figli..... scusa, forse mi sono intromessa troppo...

sara ha detto...

‎:) la pediatra di mia figlia è molto "diretta" in tutte le cose... e mi piace. Lei durante la prima visita che ha fatto a mia figlia ci ha detto di parlarle in 2 lingue (e io pensavo: ma ha 1 settiamna di vita chemenefrega in che lingua le devo parlare !?!?!?) e di passare da lei prima di portarla in senegal (e io pensavo: ma figuratiii prima che decida di portarla in senegal avrà 18 anni!!!!!) che ci avrebbe dato qualche consgilio sulle vaccinazioni (altrimenti ce ne avrebbero fatte fare anche di inutili)... insomma lei serena e tranquilla sembrava ignorare le mie ansie (ed è stato meglio così!) e io pensavo alle coliche di khadigia...

elena ha detto...

no,devo dire che il pediatra...lo stesso per tutte le mie figlie non ha mai avuto particolare attenzione per le tre pesti.Anzi era molto preparato...alle mie domande riguardo Mareme e le due macchiettine piu' chiare sulle gambe ha saputo darmi una perfetta spiegazione e ricordo anche che mi tranquillizzo' sul colore scuro delle gengive...E' sempre stato molto scrupoloso e per nulla curioso.Al contrario , il circo c'e' ogni volta che le porta all' Asl a fare le vaccinazioni:li' la curiosita' e' davvero eccessiva....di dove e' il papa' , una e' piu' chiara l'altra piu' scura la piccola giusta via di mezzo , che riccioli splendidi , che occhioni bla bla bla...alla fine le bimbe strillano talmente tanto che queste zittiscono.:-)Bacio a Momoooooooo e un abbraccio a te ♥

flora ha detto...

io vado dal pediatra al massimo una volta l'anno..praticamente siamo degli estranei..non batte ciglio e nei 5 minuti di visita, a dir tanto, che la Asl concede a malapena le guarda......la fila in sala d'attesa è troppa..

devo dire però che non sono mai state bebè in italia....a londra nel nostro quartiere i bambini misti erano in numero maggiore sia ai bianchi che ai neri....quindi la questione non si è mai posta....

rita ha detto...

anche a me comunque la gente fa notare che i miei figli hanno colore di pelle diversa....si pongono la questione senza chiedersi come mai anche i loro figli hanno colre di capelli occhi e anche carnagione diversa.....ma in fondo li capisco....molto in fondo!!! :))

francesca ha detto...

a me é capitato! quando era bébé in Italia, da 0 a 2 mesi e mezzo e nei vari passaggi natalizi e estivi. Una pediatra molto gentile e affettuosa che non faceva domande tanto sul colore , capelli ecc. ma sui paesi dove abitavamo, Marocco e Senegal, sulle usanze..ma é stato sempre piacevole dare informazioni perché era fato in modo molto discreto, senza giudizio e ci faceva sentire un p'o speciali, fuori dalla routine delle visite ;) Dall'altro lato, in Marocco e Senegal pediatri gentilissimi, che prendono il tempo a spiegare e rassicurare e nessun riferimento alla mixité.

chiara ha detto...

‎...quasi tutti i medici che conosco io glissano sfacciatamente sulle domande a prescindere, senza nessuna valida scusa o alternativa di conversazione!!!

cri ha detto...

sì bè, glissare sulle domande è quasi un classico dei dottori :) vedremo come sarà la pediatra che ho scelto, questo era il doc dell'ospedale.
e comunque non mi hanno infastidito le sue domande, ma in alcuni momenti questa normale curiosità è un po' fuori luogo, basterebbe che queste care persone scegliessero il momento opportuno e andrebbe tutto bene.

supermamma ha detto...

io, abitando in un paesino, mi sono ritrovata una pediatra inesperta...per curare un'arrossamento degli occhi di a mio figlio mi ha mandata dallo specilista perchè erano troppo neri....per una leggera dermatite era in difficoltà perchè la pelle troppo scura ora che ha un'infiammazione al pipino mi ha dato una pomata blanda,dicendo "tanto lei signora poi lo circoncide no?!"...mi domando ma con tutti questi specialisti dove mi ha spedito non facevo prima a....andare da un pediatra in senegal?!??!
p.s. il vostro principe è bellissimo, anche io al mio ho dato due nomi, uno senegalese e uno italiano!